Sarebbe poi auspicabile — secondo COSMED — un sollecito rinnovo anche delle aree contrattuali del contratto prima delle rilevazioni delle deleghe del dicembre COSMED nel suo complesso e tutte le sigle aderenti incrementano la dotazione di permessi, mentre la Confederazione e alcune sigle aderenti incrementano anche i distacchi di loro competenza.

Salva il mio nome, email e sito web in questo browser per la prossima volta che commento. Accedi al tuo account.

ARAN: accordo sulla ripartizione dei distacchi e permessi

Password dimenticata? Recupero della password. Recupera la tua password. La tua email. Forgot your password? Get help.

Responsabile Civile. Espropriazione forzata e indennizzo per deprezzamento area residua. Strada pedonale del centro a norma, no al risarcimento per la….

Dissuasore di parcheggi non visibile, nessun risarcimento per la caduta. Autovelox, si alla multa anche con traffico scarso e strada rettilinea. Figlia muore in incidente, per il danno non decisivo il sesso…. Consulente tecnico di ufficio: uno, due o tre? E la competenza? Danno biologico differenziale: la Cassazione ammonisce la medicina legale. Tavola rotonda medico legale e giuridica: necessaria per i medici legali.

Carcinoma gastrico: 61enne muore dopo 3 interventi, 5 medici indagati. Medicina di controllo per la malattia, Fp Cgil: riattivare servizio.Contratto collettivo nazionale quadro sulla ripartizione dei. Contratto collettivo nazionale quadro sulla ripartizione dei distacchi e permessi sindacali nelle autonome aree di contrattazione della dirigenza.

contratto collettivo nazionale quadro sulla ripartizione

Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni A seguito del parere favorevole espresso in data 16 settembre dall'Organismo di coordinamento dei comitati di settore ai sensi dell'art. Prima della sottoscrizione le parti prendono atto, in relazione all'art.

Prerogative sindacali, siglato il nuovo contratto quadro

Nell'area rimangono separatamente le organizzazioni sindacali della dirigenza di entrambe le sigle con la denominazione sottoindicata, ciascuna aderente alla confederazione di riferimento. I distacchi risultano cosi' ripartiti: UIL Sanita' n. Alle relative confederazioni spetta un distacco ciascuna. Alle predette organizzazioni spettano i seguenti distacchi : - CGIL medici n. Poiche' per effetto dei sopracitati cambiamenti vanno modificate anche le tabelle allegato nn. Al termine le parti sottoscrivono l'allegato contratto collettivo.

Al termine le parti sottoscrivono l'allegato contratto collettivo quadro. Per l'ARAN, il prof. Campo di applicazione ed obiettivi 1 Con il presente contratto le parti, preso atto della stipulazione del contratto riguardante la definizione delle autonome aree di contrattazione della dirigenza avvenuta il 25 novembredanno attuazione alla clausola di cui all'art.

contratto collettivo nazionale quadro sulla ripartizione

Ripartizione 1 Nell'attuale periodo transitorio previsto dall'art. Clausola di salvaguardia 1 Eventuali cambiamenti dei soggetti confluiti nelle nuove aggregazioni sindacali riconosciute rappresentative, che intervengano prima della stipulazione del presente contratto, comporteranno la modifica a cura dell'ARAN delle tabelle allegate al presente contratto.

Roma, 29 luglio CONFEDIR Nota a verbale La Confedir, preso atto che all'articolo dell'accordo quadro per la definizione delle autonome aree della contrattazione della dirigenza viene ribadito - come previsto dall'art. Ritiene anche ai sensi dell'art. CONFEDIR CIDA CISAL Nota a verbale Le sottoscritte Confederazioni, nel rilevare la volonta' di trasferire, nell'ambito dei corrispondenti comparti, il personale appartenente alle specifiche tipologie professionali degli enti pubblici non economici e delle istituzioni ed enti di ricerca e sperimentazione attualmente legittimamente inseriti nelle aree dirigenziali, nell'esprimere il proprio completo disaccordo, evidenziano la illegittimita' di tale operazione nei confronti della quale si riservano di attivare ogni azione a tutela della categoria.

Professionisti Enti pubblici non economici e ricerca Area di contrattazione La Cisal ritiene che i professionisti - e cioe' le specifiche tipologie professionali - degli enti pubblici non economici e della Ricerca, sarebbero dovuti rimanere nell'area di contrattazione della dirigenza, sia pure con disciplina separata. L'Aran invece e altre sigle sindacali contraenti, condividendone l'estromissione, hanno evidentemente fondato la loro scelta su di una interpretazione "diabolica" del decreto legislativo n.

Bassanini ter art. Sul punto dell'accordo articolo 3, comma 3 la Cisal, quindi esprime dissenso, formale e sostanziale, confermando le proprie piu' ampie riserve, anche di azione giurisdizionale, respingendo con fermezza detta interpretazione, distorta ed estremamente restrittiva, convinta che - ove mai fosse esatta - il decreto legislativo delegato sarebbe viziato per "eccesso di delega" rispetto all'art. Bassanini unoche al comma 4 prevedeva tre gruppi di categorie: i dirigenti, le specifiche tecnologie professionali, gli altri dipendenti pubblici che svolgono qualificate attivita' professionali.

La norma delegata infatti, facendo riferimento solo alla prima ed alla terza delle tre predette categorie, secondo la Cisal ha inteso ricomprendere nella prima i dirigenti anche la seconda le specifiche tipologie professionalimentre ha rinviato le altre "figure professionali" a discipline distinte nell'ambito dei contratti collettivi di comparto. In tal senso si era espresso anche il "Parere" della Commissione unificata, istituita ai sensi del decreto legislativo 28 agoston. In particolare, inoltre: Per quanto riguarda il Comparto Istituzioni ed Enti di Ricerca e Sperimentazione, il decreto legislativo n.

Disposizione che e' confermata dall'art. Pertanto non sarebbe stato costituzionalmente percorribile l'accorpamento delle specifiche tipologie professionali dei Ricercatori e dei Tecnologi al personale di un CCNL relativo al restante personale del Comparto. Per quanto riguarda i Medici degli Enti Pubblici non economici, gli obiettivi ed i contenuti dell'art. Professionisti degli altri comparti: area contrattazione Nel testo dell'accordo sono menzionati espressamente anche se si prende atto che in accoglimento delle istanze Cisal si fa riferimento, anche se non in modo ritenuto soddisfacente i comparti di "parastato" e "ricerca" "specifiche tipologie professionali"agli altri comparti, dove pure esistono gli "altri dipendenti pubblici che svolgono qualificate attivita' professionali, implicanti l'iscrizione ad albi, oppure tecnico-scientifiche e di ricerca", richiamati espressamente dal decreto legislativo n.

Bassanini ter: art. Il richiamo a tali "figure professionali" per la Cisal: non si riferisce, come detto, alle "tipologie professionali" del parastato e della ricerca, perche' queste ultime, in base alla legge delega legge n.Rivista scientifica di informazione giuridica Reg.

Stampa n. ISSN Contratto collettivo nazionale quadro per la ripartizione dei distacchi e permessi alle organizzazioni sindacali rappresentative nelle aree della dirigenza per il triennio - In data 5 maggio alle ore Sergio Gasparrini firmato e le seguenti Confederazioni sindacali:. Al termine della riunione le parti sottoscrivono l'allegato Contratto Collettivo Nazionale Quadro per la ripartizione dei distacchi e permessi alle organizzazioni sindacali rappresentative nelle Aree della dirigenza nel triennio - Il presente contratto si applica ai dirigenti di cui all'articolo 2, comma 2 del decreto legislativo 30 marzon.

Con il presente contratto le parti procedono alla nuova ripartizione dei distacchi e permessi il cui contingente complessivo, come definito dal CCNQ del 3 ottobretiene conto delle disposizioni contenute nel Decreto del Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione del 23 febbraio "Revisione dei distacchi, delle aspettative e dei permessi sindacali autorizzabili a favore del personale dipendente dalle amministrazioni di cui agli articoli 1, comma 2, e 70, comma 4, del d.

Nel presente contratto la dizione "Aree di contrattazione collettiva del pubblico impiego" e' semplificata in "Aree". Sono considerate rappresentative le organizzazioni sindacali ammesse alla trattativa nazionale ai sensi dell'art. Nel testo del presente contratto esse vengono indicate come "organizzazioni sindacali rappresentative".

Alle trattative nazionali di Area sono, altresi', ammesse le confederazioni cui le organizzazioni rappresentative di cui al comma 5 aderiscono.

contratto collettivo nazionale quadro sulla ripartizione

Pertanto, con il termine di "associazioni sindacali" si intendono nel loro insieme le confederazioni e le organizzazioni di categoria rappresentative ad esse aderenti. Con il termine "amministrazione" o "ente" sono indicate genericamente tutte le amministrazioni pubbliche comunque denominate. Con il termine "dirigenti" si intendono tutti i dipendenti ricompresi nelle Aree dirigenziali come definite dal CCNQ 1 febbraio Il Decreto del Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione di revisione dei distacchi, delle aspettative e dei permessi sindacali autorizzabili a favore del personale dipendente dalle amministrazioni di cui agli articoli 1, comma 2, e 70, comma 4, del d.

Sono confermati i contingenti dei distacchi sindacali fissati dal decreto del Ministro per la funzione pubblica 5 maggio all'articolo 1, lettere fl e m.

Tali contingenti sono pari a n. Il contingente complessivo dei permessi sindacali e' pari a n. I dirigenti in posizione di comando o fuori ruolo vanno conteggiati tra i dirigenti in servizio presso l'amministrazione dove sono utilizzati. Il contingente di cui al presente comma e' ripartito secondo la seguente proporzione: a n. I permessi di cui al comma 2, lett. A parziale modifica delle modalita' indicate nell'art. Prima di procedere all'assegnazione del monte ore annuo di competenza di ogni organizzazione sindacale, determinato ai sensi dei commi 2 lett.

In considerazione e per effetto del protrarsi del blocco della contrattazione collettiva nazionale, nonche' in considerazione dell'opportunita' di privilegiare l'utilizzo delle prerogative sindacali nei luoghi di lavoro, in via eccezionale e limitatamente al presente accordo, l'opzione relativa all'importo percentuale di cui al comma 6 e' esercitata dalle singole organizzazioni sindacali rappresentative in luogo delle confederazioni sindacali.All'inizio della riunione le parti prendono atto dei seguenti errori materiali:.

Infine, le parti prendono atto che, ai sensi dell'art. Terminati tali adempimenti le parti sottoscrivono l'allegato Contratto Collettivo Nazionale Quadro per la ripartizione dei distacchi e permessi alle organizzazioni sindacali rappresentative nei comparti nel biennio Il presente contratto si applica ai dipendenti di cui all'articolo 2, comma 2 del decreto legislativo 30 marzon. Le rappresentanze sindacali unitarie del personale disciplinate dal relativo accordo collettivo quadro stipulato il 7 agosto per il personale dei comparti sono indicate con la sigla RSU.

Sono considerate rappresentative le organizzazioni sindacali ammesse alla trattativa nazionale ai sensi dell'art. Nel testo del presente contratto esse vengono indicate come "organizzazioni sindacali rappresentative". Pertanto, con il termine di associazioni sindacali si intendono nel loro insieme le confederazioni e le organizzazioni di categoria rappresentative ad esse aderenti.

Con il termine "amministrazione" sono indicate genericamente tutte le amministrazioni pubbliche comunque denominate. Per il quadriennio normativo di contrattazione e primo biennio economico sono rappresentative nei comparti, ai sensi dell'art. E' confermato il contingente complessivo dei permessi previsto dall'art.

In ogni comparto, i permessi di cui al comma 1 spettano alle RSU nella misura di n.

ripartizione dei distacchi e permessi sindacali - health management

In ogni amministrazione, escluse quelle del comparto Scuola, i permessi sindacali di cui al comma 1 di competenza delle organizzazioni sindacali rappresentative - al netto dei cumuli previsti dall'art. Tra i dipendenti in servizio presso l'amministrazione dove sono utilizzati vanno conteggiati anche quelli in posizione di comando o fuori ruolo.

Nel comparto Scuola i permessi di cui al comma 1 di competenza delle organizzazioni sindacali rappresentative, al netto dei cumuli di cui all'art. Fermo rimanendo il contingente dei permessi di competenza delle RSU previsto dall'art. Il contingente dei permessi cumulati del comma 1, lettere a e b ammonta a n. Nella tavola n.

E' confermato il contingente dei permessi per la partecipazione alle riunioni degli organismi direttivi statutari nazionali, regionali, provinciali e territoriali previsti dall'art. Dell'avvenuta compensazione viene data immediata comunicazione al Dipartimento della Funzione Pubblica.

In particolare le Confederazioni di cui alla tavola n. Nel comparto Scuola, il termine del 30 giugno previsto dall'art. A tal fine:. Le tavole di ripartizione dei distacchi e quelle dei permessi di cui agli artt. Per tutto quanto non previsto dal presente contratto rimangono in vigore le clausole del CCNQ del 7 agostocome integrato da quello del 27 gennaioe dell'art.Gianfranco Rucco, componente del Comitato Direttivo, delegato dal Prof.

Comparto Aziende. Comparto enti pubblici non economici. Tabelle da 1 a Le rappresentanze sindacali unitarie del personale di cui al d. Con il termine " amministrazione " sono indicate genericamente tutte le amministrazioni pubbliche comunque denominate.

Analoga disciplina si applica per gli uffici con servizi continuativi aperti al pubblico. I distacchi dei dirigenti sindacali spettanti alle confederazioni ai sensi del comma 1 possono essere utilizzati anche in altre organizzazioni sindacali di categoria aderenti alle confederazioni stesse.

Le associazioni sindacali rappresentative sono le esclusive intestatarie dei distacchi sindacali previsti dal presente contratto. Alla ripartizione del contingente dei distacchi sindacali tra le Confederazioni e le OO. I permessi spettano sia alle OO. I contratti collettivi di comparto e area potranno integrare fino ad un massimo di 60 minuti i permessi di pertinenza delle RSU, destinando alle stesse ulteriori quote di permessi delle associazioni sindacali rappresentative fino a raggiungere un definitivo riparto massimo del contingente di n.

Sprar si? Sprar no? Opinioni a confronto sull'accoglienza dei rifugiati

I dirigenti del secondo e terzo alinea del comma 1 hanno titolo ai permessi di cui al contingente delle associazioni sindacali rappresentative. I dirigenti sindacali indicati nel comma 1 possono fruire dei permessi retribuiti loro spettanti, oltre che per la partecipazione a trattative sindacali, anche per presenziare a convegni e congressi di natura sindacale.

I permessi sindacali retribuitigiornalieri ed orari, sono equiparati a tutti gli effetti al servizio prestato. I permessi sindacaligiornalieri od orari spettanti ai dirigenti sindacali di cui al comma 1 dal secondo al quarto alinea, possono essere cumulati sino al tetto massimo spettante. Per i componenti delle RSU, i permessi possono essere cumulati per periodi —anche frazionati— non superiori a 12 gg. Le OO. Le Confederazioni possono far utilizzare i permessi di cui al comma 2 alle proprie organizzazioni di categoria.

Da parte delle OO. In applicazione del presente articolo le organizzazioni sindacali comunicano alle amministrazioni di appartenenza i nominativi dei dirigenti sindacali aventi titolo. I dirigenti sindacali che ricoprono cariche in seno agli organismi direttivi statutari delle proprie confederazioni e OO. I dirigenti di cui al comma 2 che intendano esercitare il diritto ivi previsto devono darne comunicazione scritta al datore di lavoro di regola tre giorni prima per il tramite della propria associazione sindacale.

Per effetto degli articoli precedenti, le OO. Le richieste di distacco o aspettativa sindacale ai sensi degli art. Le confederazioni ed OO.

contratto collettivo nazionale quadro sulla ripartizione

In attesa degli adempimenti istruttori previsti dal comma 1 per la concessione dei distacchi o delle aspettative sindacali non retribuite, per motivi di urgenza -segnalati nella richiesta da parte delle confederazioni ed OO.

Le variazioni ai distacchi ed alle aspettative vanno comunicate alle Amministrazioni interessate entro il 31 gennaio di ogni anno. Nel rispetto delle quote complessive di distacchi assegnati a ciascun comparto dalla tabella all. Per i dirigenti sindacali appartenenti al comparto scuola gli art. A Art. Pertanto essi non incidono sulla determinazione delle percentuali massime previste, in via generale, per la costituzione di rapporti di lavoro part — time dalla citata ordinanza.Tali contingenti sono pari a n.

I permessi di cui al comma 2, lett. Abilita Javascript per vederlo. Nelle Aree VI - Agenzie fiscali - e VIII, anche per la durata del presente contratto, il contingente dei distacchi rimane costituito per scorporo dalle Aree di provenienza del personale. Dalle riduzioni sono esclusi i contingenti fissati dal predetto art. A tal fine:. Adempimenti e procedure connesse alla fruizione delle prerogative sindacali.

I dati a consuntivo di cui al predetto art. Le prerogative oggetto della procedura di cui ai commi 2 e 3 vengono assegnate pro-quota, nei limiti del piano di restituzione ivi previsto, alle associazioni sindacali cui sarebbero spettate se non fosse intervenuta la pronuncia giurisdizionale di ammissione con riserva. Il contingente dei distacchi cumulati, ottenuto moltiplicando i minuti dei permessi di cui al comma 2 per il numero dei dirigenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato in servizio alla data del Laddove alla data del Per il triennio di contrattazionein via provvisoria, le associazioni sindacali rappresentative sono quelle indicate nelle tavole dal n.

Le tavole di ripartizione dei distacchi e quelle dei permessi di cui agli artt. Tutte le prerogative sindacali disciplinate dal CCNQ 7 agostoivi inclusi i permessi non retribuiti e le aspettative non retribuite, ai sensi del d. Ai distacchi, ivi inclusi quelli ottenuti per cumulo di permessi, di cui agli artt. Per tutto quanto non previsto dal presente contratto rimangono in vigore le clausole del CCNQ del 7 agosto Di seguito lo Skip Menu per utenti che usano tecnologie assistive o browser testuali: vai a: inizio pagina contenuto menu sezione corrente mappa del sito menu sito Fine skip menu e inizio pagina.

Contratti quadro. Banca Dati Contratti Integrativi. Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni. CCNQ 5 maggio Abbonati subito al nostro servizio, avrai sempre disponibili spunti operativi e consigli pratici curati da esperti del settore, modulistica aggiornata e assistenza dedicata con risposte a quesiti …. Sottoscritto in via definitiva il Contratto collettivo nazionale quadro per la ripartizione dei distacchi e permessi tra le sindacali rappresentative nei comparti e nelle aree di contrattazione nel triennio Sottoscritto in via definitiva il Contratto collettivo nazionale quadro per la ripartizione dei distacchi e permessi tra le sindacali rappresentative nei comparti e nelle aree di contrattazione nel triennio E' stato sottoscritto in Aran il CCNQ di ripartizione delle prerogative sindacali per il triennio 21 Novembre Per visualizzare l'articolo completo devi essere abbonato o accedere all'area riservata.

Abbonati subito al nostro servizio, avrai sempre disponibili spunti operativi e consigli pratici curati da esperti del settore, modulistica aggiornata e assistenza dedicata con risposte a quesiti … Visualizza le proposte di abbonamento.

Accedi come utente formel. Accedi come docente. Aran Orientamenti Applicativi. Orientamenti applicativi Contratti quadro - Relazioni sindacali. Corte dei Conti - Mansioni prestate da un dipendente a quelle proprie della declaratoria contrattuale di appartenenza. Corte di Cassazione Sezione lavoro Sentenza n. Corte dei conti Sezione regionale controllo Basilicata n. Corte dei Conti - Sezione delle Autonomie n. Normativa e prassi. Decreto-legge 30 dicembren.

Legge 19 giugnon. Decreto-legge 28 gennaion. Istruzioni contabili. Ultime news. Compilazione online della Relazione sulla performance Circolare del Ministero per la Pubblica Amministrazione di concerto con il Ministero dell'Economia in materia di assunzioni nei piccoli comuniu.